NEWS
Created with Fabric.js 4.2.0

L’industria indiana nel mercato del food & beverage

2023-05-16

L’industria indiana nel mercato del food & beverage

L’industria indiana dei prodotti alimentari e delle bevande ha raggiunto un valore pari a circa 51,3 miliardi di euro nel 2022. Con un tasso di crescita del 17%, si prevede che il settore raggiungerà gli 82 miliardi di euro entro il 2025.
Il settore Food & Beverage genera il 3% del PIL indiano e contribuisce a circa 2/3 del mercato totale della vendita al dettaglio in India.

La composizione dell’industry è attualmente orientata e dominata verso la vendita al dettaglio “non organizzata”, ovvero bancarelle e piccoli negozi di proprietà di una persona o di una famiglia. Questo tipo di canale rappresenta circa il 90%-93% del mercato indiano, mentre la vendita al dettaglio organizzata dei prodotti alimentari tramite i “mom-and-pop”, negozi tradizionali indiani, rappresenta solo il 6-8% circa del mercato.
La vendita al dettaglio organizzata comprende inoltre due segmenti attualmente in crescita rappresentati dai servizi di ristorazione e dai fornitori di alimenti.
Si stima che il mercato dei servizi di ristorazione in India dovrebbe raggiungere i 74,6 miliardi di euro circa entro il 2028. I Quick Service Restaurants (QSR) sono le principali forze trainanti della crescita, grazie al sostegno dei piani di espansione delle grandi catene di ristorazione come McDonald’s, Burger King e Domino’s, con una futura presenza anche nelle città più piccole dell’India.
Si prevede inoltre che l’industria del food delivery genererà un fatturato di circa 662,3 milioni di euro tra il 2022 e il 2026.

Il commercio di alimenti e bevande dell’India con il resto del mondo

Il valore delle importazioni di prodotti F&B in India provenienti dal resto del mondo è pari a circa 23.109 milioni di euro per il 2021, dove Indonesia e Malesia risultano essere i maggiori esportatori con una quota di mercato di circa il 31,6%.

Il Paese ha, inoltre, registrato un aumento del 37,5% delle importazioni di prodotti F&B nel periodo gennaio-novembre 2021, rispetto al periodo gennaio-novembre 2022. In questa classifica l’Italia si è posizionata al 33° posto, con una quota pari a circa l’1% delle importazioni totali.

Nonostante questa piccola percentuale, la presenza dell’Italia in India è caratterizzata da una lunga lista di prodotti Food & Beverage con alcuni dei brand più noti e storici del mercato alimentare italiano di formaggi e latticini, salumi, vino, caffè, olio, pasta, biscotti e altri prodotti da forno.

Considerato il volume di esportazioni registrato dall’Italia nel corso del 2021, pari a 46.140 milioni di euro sul totale delle esportazioni mondiali, la quota nelle esportazioni complessive di prodotti F&B verso l’India è stata pari allo 0,2%, con una posizione complessiva al 50° posto.

Mercato del beverage in india

In India, il mercato degli alcolici è dominato principalmente dagli spiriti (whisky) e dalla birra. Tuttavia, nel corso degli anni, si è registrata una crescente preferenza per il vino come scelta alternativa e primaria per i consumatori.
Il valore del mercato indiano del vino è stimato in circa 158 milioni di euro e si prevede che raggiungerà i circa 267 milioni entro il 2026.

È interessante osservare come questo tipo di mercato possa essere segmentato in base a 2 criteri generali, tipo di vino e prezzo dove, considerando la prospettiva della popolazione indiana, il prezzo risulta essere un parametro veramente incisivo e decisionale.
Per quanto riguarda il tipo di vino, il rosso rappresenta ancora la quota più alta di consumo in India, seguito dallo spumante e dal vino fortificato.

Tendenze attuali

Negli ultimi tempi il consumo del vino in India sta registrando un aumento importante, quadro derivato certamente da alcuni cambiamenti economici e sociali che hanno portato il fruitore indiano a modificare le preferenze o la frequenza di consumo della bevanda.
Ne è un esempio la crescente consapevolezza dei benefici per la salute, la facilità di reperibilità, la crescente preferenza per il gusto e i prezzi competitivi, che hanno reso il vino la scelta principale per alcuni appassionati di bevande alcoliche anche all’interno delle mura domestiche.

Inoltre, la crescente urbanizzazione che si sta vedendo negli ultimi anni all’interno del Paese sta promuovendo il consumo della bevanda, cambiando anche le preferenze dei consumatori che dai liquori, si stanno spostando verso il vino.
Un altro fattore che sta incentivando il consumo della bevanda è la crescita dei club del vino nelle città di primo livello, il quale scopo è quello di riunire gli appassionati del settore in un unico luogo, promuovendo nuovi brand e divulgando la consapevolezza sul tema vino. Qui troviamo anche professionisti che invitano gli appassionati di vino/liquore, sia nazionali che stranieri, ad introdurre e promuovere la cultura del prodotto nel paese.

Fonte: “MARKET BRIEF & REGULATIONS THE INDIAN FOOD & BEVERAGE INDUSTRY 2023”, Italian Trade Agency

Contattaci per saperne di più info@bconnected.wine

L’industria indiana nel mercato del food & beverage
2023-05-16
mercato indiano

Scopri altre news

Le nostre storie

2024-05-22

|

MERCATI

In diretta dai mercati internazionali

2023-12-05

|

EVENTI

Gli eventi di b.connected

2023-10-27

|

NEWS

La Rubrica di Alvice Cartelli

2023-09-29

|

NEWS

La Rubrica di Alvice Cartelli

2023-07-28

|

NEWS

La Rubrica di Alvice Cartelli

2023-06-30

|

NEWS

La Rubrica di Alvice Cartelli

2023-06-09

|

NEWS

Una chiacchierata con Michèle Shah

Scarica il PDF

Scarica il PDF

Invieremo il link per il download alla tua mail